Stato patrimoniale civilistico

Redazione

L’art. 2424 del codice civile prevede la seguente struttura dello stato patrimoniale:

ATTIVO

  • A - Crediti verso soci
  • B - Immobilizzazioni
  • C - Attivo Circolante
  • D - Ratei e risconti

PASSIVO

  • A - Patrimonio Netto
  • B - Fondi per rischi e oneri
  • C - Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato
  • D - Debiti
  • E - Ratei e risconti

Nell’Attivo la principale distinzione è tra le Immobilizzazioni (attività destinate ad utilizzo durevole) e il Circolante (attività destinate ad utilizzo corrente), mentre nel Passivo tra Patrimonio netto (i cosiddetti mezzi propri) e Debiti (i cosiddetti mezzi di terzi).

Con riferimento al profilo delle scadenze, l’informativa è disponibile solo per le seguenti voci ed è limitata alla distinzione degli importi tra “entro e oltre l’esercizio successivo”:

ATTIVO 


  • B) Immobilizzazioni III – Immobilizzazioni finanziarie, con separata indicazione, per ciascuna voce dei crediti, degli importi esigibili entro l’esercizio successivo
  • C) Attivo circolante II – Crediti, con separata indicazione, per ciascuna voce, degli importi esigibili oltre l’esercizio successivo

PASSIVO

  • D) Debiti, con separata indicazione, per ciascuna voce, degli importi esigibili oltre l’esercizio successivo