Alienazione cespiti strumentali con rilevazione di una plusvalenza

La rilevazione della cessione di un cespite comporta la necessità di rilevare lo storno del suo valore contabile (in AVERE) in contropartita del corrispettivo della vendita (in DARE). L'eventuale differenza che emerge rappresenta una plusvalenza nel caso di eccedenza del corrispettivo rispetto al valore contabile. Per quanto riguarda il fondo di ammortamento nel caso di alienazione, perdita o comunque dismissione del cespite nel corso dell’esercizio, si ritiene corretto calcolare l’ammortamento relativo alla frazione dell’esercizio nel quale il cespite medesimo è stato utilizzato e quindi la plusvalenza o minusvalenza al netto di tale ammortamento.
Si evidenzia che sono iscritte nella voce di conto economico A) valore della produzione - 5) altri ricavi e proventi le plusvalenze derivanti da alienazioni di cespiti.
Per semplicità di rappresentazione sono state omesse le rilevazioni contabili relative alle imposte.

Numero Scrittura
74

Scritture correlate

scrittura

Alienazione cespiti strumentali con rilevazione di una plusvalenza

La rilevazione della cessione di un cespite comporta la necessità di rilevare lo storno del suo valore contabile (in AVERE) in contropartita del corrispettivo della vendita (in DARE). L'…

scrittura

Alienazione cespiti strumentali con rilevazione di una minusvalenza

La rilevazione della cessione di un cespite comporta la necessità di rilevare lo storno del suo valore contabile (in AVERE) in contropartita del corrispettivo della vendita (in DARE). L'…