OIC 25 - Imposte sul reddito: consolidato fiscale - effetti contabili sul bilancio della società consolidante e delle società consolidate

Riferimenti OIC
DISCIPLINA DEL CONSOLIDATO FISCALE E DELLA TRASPARENZA FISCALE
Consolidato fiscale
Descrizione

Le singole società aderenti iscrivono nel conto economico del proprio bilancio d’esercizio il carico fiscale inerente all’IRES, nella misura determinabile per effetto del combinato operare: i) delle norme tributarie; ii) degli accordi di natura privatistica tra le stesse società.
Le imposte correnti per IRES di competenza, come sopra determinate, sono iscritte nella voce 20 “imposte sul reddito dell’esercizio, correnti, differite e anticipate” del conto economico di ciascuna società.
Le imposte differite attive e passive di competenza sono determinate da ciascuna società tenendo conto delle proprie differenze temporanee generate e delle perdite IRES riportabili a nuovo prodotte prima e dopo l’adesione al consolidato fiscale. Le imposte anticipate e differite di competenza relative all’IRES, come sopra determinate, sono iscritte nella voce 20 “imposte sul reddito dell’esercizio, correnti, differite e anticipate” del conto economico di ciascuna società.
Nello stato patrimoniale del bilancio d’esercizio della società consolidante è esposto il complessivo credito/debito per IRES verso l’Erario e i crediti e i debiti verso le società consolidate derivanti dalla liquidazione dei vantaggi fiscali ricevuti/attribuiti. Nello stato patrimoniale di ciascuna società consolidata sono iscritti i crediti e i debiti verso la consolidante derivanti dalla quantificazione dei vantaggi fiscali attribuiti o ricevuti, mentre nessun rapporto di credito o debito per IRES sarà evidenziato nei confronti dell’Erario.
Per quanto riguarda il trasferimento di ritenute, eccedenze di IRES, nonché degli acconti autonomamente versati dalle società consolidate, trattandosi di una vera e propria cessione di attività al consolidato, la società consolidante rileva un credito tributario a fronte dell’iscrizione di un debito verso controllata, per un importo pari al valore nominale della posta assegnata.
La società consolidante iscrive nello stato patrimoniale:
− i crediti verso le società consolidate per le imposte correnti sugli imponibili IRES positivi di queste
ultime da versare alla consolidante, da classificarsi nella voce CII2 “crediti verso imprese controllate”;
− i debiti verso le società consolidate per il compenso dovuto a queste ultime per il trasferimento alla consolidante delle perdite IRES da esse generate nel periodo di vigenza del consolidato fiscale, da classificarsi nella voce D9 “debiti verso imprese controllate”;
− i debiti verso le società consolidate a fronte del trasferimento da queste ultime alla consolidante di eccedenze IRES formatesi in esercizi precedenti, di crediti d’imposta e di ritenute subite, da classificarsi nella voce D9 “debiti verso imprese controllate”;
− il credito o il debito verso l’Erario per il saldo IRES determinato su base consolidata, rilevato rispettivamente nelle voci CII5-bis “crediti tributari” e D12 “debiti tributari”;
− le attività e le passività per imposte differite calcolate sulle proprie differenze temporanee e sulle proprie perdite IRES generate ante e post adesione al consolidato, da classificarsi rispettivamente nelle voci CII 5-ter “imposte anticipate” e B2 “Fondo per imposte, anche differite”.
Le società consolidate iscrivono nello stato patrimoniale:
− i debiti verso la società consolidante per le imposte correnti sull’imponibile IRES positivo da
versare alla consolidante, da classificarsi nella voce D11 “debiti verso controllanti”;
− i crediti verso la società consolidante per il compenso da ricevere per il trasferimento alla consolidante delle perdite IRES generate dalla consolidata nel periodo di vigenza del consolidato fiscale, da classificarsi nella voce CII4 “crediti verso controllanti”;
− i crediti verso la società consolidante a fronte del trasferimento di eccedenze IRES formatesi in esercizi precedenti, di crediti d’imposta e di ritenute subite dalla consolidata, da classificarsi nella voce CII4 “crediti verso controllanti”;
− le attività e le passività per imposte differite calcolate sulle proprie differenze temporanee, sulle proprie perdite IRES riportabili a nuovo generate in esercizi precedenti all’adesione al consolidato fiscale e sulle perdite IRES trasferite alla consolidante successivamente all’ adesione, da classificarsi rispettivamente nelle voci CII5-ter “imposte anticipate” e B2 “Fondi per imposte, anche differite”.
La società consolidata rileva il compenso per il trasferimento alla consolidante delle perdite fiscali generate dalla stessa consolidata in una sottovoce specifica della voce 20 “imposte sul reddito dell’esercizio, correnti, differite e anticipate” del conto economico denominata “Proventi da consolidato fiscale”.
Ai fini IRAP, la tassazione consolidata non ha alcuna rilevanza e, pertanto, le società partecipanti rilevano l’imposta corrente e differita su base separata.