Società quotate

Redazione

La nuova norma si affianca a quanto già raccomandato dalla Consob per le società quotate e richiesto dall’adesione al Codice di Autodisciplina delle società quotate.

Con riferimento a tali società, la Consob, per la prima volta con la comunicazione Dac/97001574 del 20 febbraio 1997 in materia di controlli societari, ha previsto che nella relazione sulla gestione venissero fornite specifiche e puntuali informazioni in merito alle operazioni con parti correlate e a quelle atipiche e inusuali rispetto alla normale gestione d’impresa, con particolare riguardo alla loro convenienza economica ed al profilo del conflitto di interessi. Con comunicazione Dac/98015375 del 27 febbraio 1998 la stessa Commissione ha successivamente indicato lo Ias 24 come riferimento allo scopo di chiarire quali informazioni fornire nei conti annuali e consolidati sulle transazioni con parti correlate (1).

Nella stessa comunicazione veniva, inoltre:

  • rimarcata la necessità di porre attenzione particolare all’informativa circa l’interesse dell’emittente al compimento delle operazioni con parti correlate o di quelle operazioni atipiche o inusuali (2);
  • auspicato che venisse indicato il grado di adesione alla comunicazione, menzionando le informazioni alternative fornite rispetto a quelle richieste dallo Ias 24;
  • richiesto che anche le relazioni semestrali contenessero informazioni analoghe a quelle previste per i conti annuali e consolidati.

Per ultimo, la Consob ha introdotto con delibera 13616 del 12 giugno 2002, nel Regolamento Consob 11971 del 14 maggio 1999, di attuazione del Tuf, l’art. 71 bis che richiede, in occasione di operazioni con parti correlate che per oggetto, corrispettivo, modalità o tempi di realizzazione, possono avere effetti sulla salvaguardia del patrimonio aziendale o sulla completezza e correttezza delle informazioni, anche contabili, la messa a disposizione al pubblico di un apposito documento informativo o l’integrazione del comunicato stampa eventualmente diffuso ai sensi dell’art. 66 del Regolamento degli Emittenti (3).

 

Note

(1) Lo Ias 24 richiede in sintesi le seguenti informazioni: i rapporti di controllo tra parti correlate; natura dei rapporti con parti correlate; il volume delle operazioni; i valori dei saldi di bilancio; le politiche di prezzi.

(2) Per operazioni atipiche o inusuali si intendono quelle estranee alla normale gestione d’impresa o in grado di incidere significativamente sulla situazione economica, patrimoniale e finanziaria della società e del gruppo ad essa facente capo.

(3) La norma impone di rendere noti gli elementi fondamentali di tali operazioni contestualmente alla loro realizzazione.

Contenuti correlati

Riforma del diritto societario del 2003: novità per il bilancio - Photo by Mauricio Fanfa on Unsplash

Riforma del diritto societario del 2003: novità per il bilancio

Il Decreto Legislativo 17 gennaio 2003, n. 6, “Riforma organica della disciplina delle società di capitali e società cooperative” prevede alcune modifiche alle disposizioni sul bilancio che si…