Informativa per area geografica

Redazione

In materia di informazioni da fornire nella nota integrativa, il numero 6 dell'articolo 2427 c.c. stabilisce che debba essere indicato “distintamente per ciascuna voce, l'ammontare dei crediti e dei debiti di durata residua superiore a cinque anni, e dei debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali, con specifica indicazione della natura delle garanzie e con specifica ripartizione secondo le aree geografiche”.

La richiesta di indicazione della ripartizione geografica risponde ad esigenze di trasparenza relativamente al rischio che corre la società nello svolgimento della sua attività in diverse aree geografiche. Infatti, tanto più è completa l'informativa sull'operatività svolta in certe aree tanto più il lettore di bilancio è in grado di valutare la possibile incidenza del cosiddetto rischio paese, sull'andamento economico e sulla situazione patrimoniale e finanziaria della società.

Coerentemente con la sua funzione informativa, il documento interpretativo Oic 1 ritiene che la nuova disposizione riguardi tutti i crediti e i debiti della società e respinge tutte quelle interpretazioni intese a limitare tale informativa ai crediti e debiti di durata superiore a cinque anni o, in termini ancora più circoscritti, ai soli debiti assistiti da garanzie reali.

La disposizione, si aggiunge a quella già prevista dal legislatore di ripartire, quando significativo, i ricavi delle vendite e delle prestazioni secondo area geografica, (art 2427 n. 10 c.c.). Il documento Oic 1 osserva che l’informativa è basilare per quelle imprese la cui attività è caratterizzata da una intensa operatività internazionale.

Contenuti correlati

Riforma del diritto societario del 2003: novità per il bilancio - Photo by Mauricio Fanfa on Unsplash

Riforma del diritto societario del 2003: novità per il bilancio

Il Decreto Legislativo 17 gennaio 2003, n. 6, “Riforma organica della disciplina delle società di capitali e società cooperative” prevede alcune modifiche alle disposizioni sul bilancio che si…