Come si registrano gli acquisti di beni e servizi

Come si registrano gli acquisti di beni e servizi - Photo by Helloquence on Unsplash
Redazione
Body

La rilevazione contabile di un’operazione di acquisto implica la rilevazione del costo, del debito nei confronti del fornitore e del credito Iva nei confronti dell’erario (se presente). Il regime Iva rappresenta un elemento discriminante ai fini della rilevazione contabile.

Indice

Rilevazione contabile

Rilevazione dell’Iva

Rilevazione contabile

La rilevazione contabile di un’operazione di acquisto si effettua normalmente al momento del ricevimento della fattura del fornitore o altro documento idoneo anche se il debito e il costo sorgono al momento del ricevimento e dell’accettazione della merce.  
Per questa ragione:

  • durante l’esercizio, con il ricevimento della fattura si registra il costo di acquisto, il debito nei confronti del fornitore e il credito Iva nei confronti dell’erario (se presente).
  • a fine esercizio, per i beni ricevuti e non ancora fatturati si registrano tra le scritture di assestamento le fatture da ricevere e i costi di acquisto.

Rilevazione dell’Iva

Iva imponibile

L’art.19 del D.P.R. 633/72, stabilisce che è detraibile dall'ammontare dell'imposta relativa alle operazioni effettuate, l’Iva «assolta o dovuta dal soggetto passivo o a lui addebitata a titolo di rivalsa in relazione ai beni ed ai servizi importati o acquistati nell'esercizio dell'impresa, arte o professione». Il citato articolo stabilisce, inoltre, che «il diritto alla detrazione dell'imposta relativa ai beni e servizi acquistati o importati sorge nel momento in cui l'imposta diviene esigibile ed è esercitato al più tardi con la dichiarazione relativa all' anno in cui il diritto alla detrazione è sorto ed alle condizioni esistenti al momento della nascita del diritto medesimo».
In altri termini, la detraibilità dell’IVA è, quindi, ammissibile solo nel caso di acquisto o importazione di beni o servizi inerenti all’attività del contribuente. Pertanto, l’acquisto da parte dell’imprenditore di un bene non inerente all’esercizio dell’impresa, come ad esempio nel caso di un bene destinato ad uso personale o familiare, non dà diritto alla detrazione dell’IVA.
Fatta questa premessa, occorre precisare che la suddetta regola generale prevede delle eccezioni che analizzeremo di seguito.

Operazioni non imponibili, esenti ed escluse

Oltre alle operazioni imponibili, la disciplina dell’IVA prevede le seguenti tipologie di operazioni sottratte all’imposizione fiscale:

  • non imponibili;
  • esenti
  • escluse.

Tutte le suddette operazioni, evidentemente, non determinano la rilevazione contabile dell’IVA.

Operazioni non imponibili
Le operazioni non imponibili non sono assoggettate al tributo ma rientrando nel campo di applicazione dell’Iva. Esse sono quindi soggette agli obblighi di fatturazione e registrazione, concorrono alla formazione del volume d’affari e consentono di recuperare l’IVA pagata «a monte» sugli acquisti e le spese.
Sono operazioni non imponibili le cessioni all’esportazione, le talune operazioni ad esse assimilate (artt. 8, 8 bis, e 9, D.P.R. 633/72).

Operazioni esenti
Si tratta di cessioni e prestazioni espressamente indicate dall’art. 10 del D.P.R. 633/72. I soggetti che pongono in essere solo operazioni esenti non possono detrarre l’IVA pagata sugli acquisti. Per quelli, invece, che pongono in essere sia operazioni imponibili sia operazioni esenti, si applica il principio del pro-rata.
Le operazioni esenti:
•    non sono soggette al pagamento dell’imposta;
•    concorrono a formare il volume di affari IVA;
•    sono soggette a fatturazione, registrazione sui libri IVA e dichiarazione.

Operazioni escluse
Sono operazioni che riflettono cessioni di determinati beni non soggette all’imposta per legge o poiché prive di almeno una condizione necessaria. Queste operazioni sono escluse dal giro d’affari dell’IVA, non sono registrate nei libri IVA e non danno diritto al recupero dell’imposta assolta agli acquisti.

Iva indetraibile

La disciplina fiscale prevede le seguenti fattispecie in cui l’Iva è indetraibile:

  1. oggettivamente indetraibile in relazione al tipo di bene o servizio acquistato od importato (art. 19-bis 1);
  2. indetraibile in via specifica, in caso di acquisto o importazione di un bene o servizio utilizzato per effettuare un’operazione non soggetta o esente (artt. 19, comma 4, e 19-bis, comma 2);
  3. indetraibile per esercizio dell’opzione (art. 36 bis, D.P.R. 633/72);
  4. indetraibile da “pro-rata”, se vengono poste in essere attività che danno luogo ad operazioni esenti (artt. 19, comma 5, e 19-bis).

Nei primi tre casi l’Iva è registrata ad incremento del costo del bene quale onere accessorio (ex Art. 110, D.LGS 917/86). Fiscalmente, quindi, seguirà la deducibilità dello stesso (si veda Circolare Agenzia delle Entrate n. 137/E del 15/5/1997).
Nell’ultimo caso invece, l’Iva è registrata autonomamente quale spesa generale ed è deducibile dal reddito di impresa nell’esercizio di competenza. C’è un’eccezione nel caso di un unico acquisto nel corso del periodo di imposta. In questa circostanza è possibile imputare l’Iva direttamente ad incremento del costo del bene e dedurla quindi con riferimento alla norma generale dettata per tale costo.

 

Contenuti correlati

Come si registrano gli acquisti di beni e servizi - Photo by Helloquence on Unsplash

Come si registrano gli acquisti di beni e servizi

La rilevazione contabile di un’operazione di acquisto implica la rilevazione del costo, del debito nei confronti del fornitore e del credito Iva nei confronti dell’erario (se presente). Il regime…

Cos’è il ciclo degli acquisti - Photo by oldskool photography on Unsplash

Cos’è il ciclo degli acquisti

Gli acquisti dei fattori produttivi e dei beni destinati al ciclo produttivo o commerciale avvengono attraverso un processo denominato “ciclo degli acquisti” o “ciclo passivo” che prevede diverse…

Scritture correlate

scrittura

Vendita di prodotti finiti e merci esluse da IVA

Sono escluse ai fini IVA le operazioni indicate all'art. 15 del DPR 633/72.

scrittura

Vendita di prodotti finiti e merci non imponibili

Sono non imponibili IVA le operazioni che mancano di uno o più requisiti previsti dalla normativa di riferimento. Le cessioni all’esportazione, ad esempio, sono non imponibili in quanto manca il…

scrittura

Vendita di prodotti finiti e merci esenti da IVA

Sono esenti ai fini IVA le operazioni indicate all'art. 10 del DPR 633/72.